HOME | COURSES | BEGINNER LESSONS | YOUTUBE | FREE COURSES  

Menu Veloce: Teoria | Intervalli | Scale | Accordi | Tonalità | Modi

Teoria Musicale:

Accordi & SCala Armonica



 

Nella sezione sulle scale abbiamo visto che la scala minore Armonica ha una sequenza di intervalli diversa dalla minore Naturale e dalla sua relativa Maggiore e, in particolare, l'intervallo di un Tono e mezzo tra il sesto e settimo grado.


Minore Naturale



Minore Armonica


Ma cosa succederebbe se provassimo ad armonizzare una scala con un suono così particolare, che razza di accordi strani si potrebbero generare? Beh, proviamoci!



Appena suoniamo il primo accordo ci accorgiamo che c'è qualcosa di strano: in un accordo di La, Sol# è la settima maggiore e, insieme alla terza minore, produce una dissonanza notevole, non proprio spiacevole ma che ispira una certa cautela riguardo al suo impiego.



Chiameremo questo accordo La minore settima maggiore o Lamin-Maj7.

Gli accordi che non contengono un Sol# rimangono invariati: sul secondo grado troviamo un Si-5b, un Re-7 sul quarto e FaMaj7 sul sesto.

L'accordo sul terzo grado è un DoMaj7 con una quinta aumentata (DoMaj#5), anch'esso abbastanza dissonante.


 

 


Le cose si fanno interessanti con l'accordo sul quinto grado dove il Sol# rende l'accordo di Mi una settima di Dominante. Non abbiamo bisogno di esaminare questo accordo che conosciamo già, la cosa interessante è il suo suono, Sol# è a un semitono da La e anche se l'accordo sulla Tonica è minore, la tensione tra il quinto grado Dominante e il primo è molto forte e la cadenza V – i è molto comune, specialmente nella musica classica.

Ma l'accordo più importante generato dalla scala Armonica è quello sul settimo grado.




Come si può notare, tutti gli intervalli nell'accordo sono terze minori e quindi ogni nota potrebbe essere considerata la Tonica, abbiamo quattro accordi in uno.

Abbiamo già visto la triade diminuita e l'accordo semi-diminuito ma la differenza in questo caso è che la settima non è minore ma diminuita, l'intervallo dalla fondamentale è di 4 Toni e mezzo. Si potrebbe obiettare che 4 Toni e mezzo formano una sesta maggiore e la settima non si dovrebbe sovrapporre ma, se esaminiamo gli intervalli dell'accordo, ci accorgiamo che la sesta (Mi) è minore (4 Toni) e quindi c'è posto per muovere indietro la settima ancora di un semi-tono senza problemi. Più precisamente, se suoniamo le note di La minore Armonico partendo da Sol#, il sesto grado è a 4 Toni di distanza dalla fondamentale (Sol#) e la settima (Fa) a 4 e mezzo.




Dato che ogni nota dell'accordo può essere considerata la fondamentale, possiamo spostare la stessa diteggiatura di tre capotasti in su o in giù sulla tastiera per suonare ognuno dei quattro accordi o possiamo rimanere nella stessa posizione e considerare l'accordo come un rivolto degli altri tre. Questo significa che possiamo suonare tutti e dodici gli accordi diminuiti nello spazio di tre capotasti e poi il ciclo si ripete. In realtà è più facile in pratica che in teoria...

L'aspetto più importante da un punto di vista musicale di questo accordo è il fatto che possiamo abbassare ognuna delle quattro note di un semi-tono per ottenere un accordo di settima di dominante: nel nostro esempio se spostiamo il Fa a Mi otteniamo un Mi7 che è anche l'accordo sul quinto grado della scala e visto che differiscono solo per una nota, possiamo sostituire il Mi7 con Fa diminuito (o uno degli altri tre accordi diminuiti) se vogliamo creare più tensione o un'atmosfera più 'classica' o possiamo aggiungerlo come accordo di passaggio per tornare a La minore.

Adesso che abbiamo imparato come le scale generano gli accordi esaminiamo le relazioni tra loro e entriamo nel mondo delle 'Tonalità'.

Menu Veloce: Teoria | Intervalli | Scale | Accordi | Tonalità | Modi




© TOTAL-GUITAR-LESSONS.COM 2023 - ALL RIGHTS RESERVED